View of Ascona
Front view of AION Center in Ascona during the "Collectio" exhibition.

In March 2003 Aion purchased and restored the subsidiary of the Credit Suisse Bank in Ascona, with its structural and architectural features, large display areas, the high-security bank vault for the storage of works of art during the studies, archives and offices for different departments, brought into being the Aion Art Center, dedicated to artistic and cultural activities.

AION Art Center Ascona

AION’s primary activity was the promotion, studying and trade of art, antique, modern, western and eastern. Today the areas of interest are: general advice, evaluation of individual works of art and private collections, coordination of studies and research, scientific analysis of art and restoration, the storage management of works of art being studied, promotion and development through publications and the organization of exhibitions and finally representation of clients in the auctions, both for purchase and sale, as well as purchase and sale of works of art for third parties.

Claudio Metzger, an historian and cultural promoter with various responsibilities in connection with the local cultural policy opened the first Aion art gallery in Ascona in the year 1991 in the palazzo Otello, in the Via Bartolomeo Papio.

Acquerello Aion Art Center Ascona

A cultural space

In the heart of ascona, a unique place

Uno spazio museale privato pensato per ospitare molteplici attività legate all'arte. L'idea si è concretizzata nel marzo 2003 con l'acquisto dell'ex-sede asconese del Crédit Suisse.
Ideale per dislocazione, nel centro di Ascona, presenta caratteristiche strutturali ed architettoniche opportunamente adattate: ampio spazio espositivo, caveau blindato, biblioteca, archivi ed uffici per i diversi dipartimenti. I due piani della proprietà di oltre 600mq, sono stati completamente ristrutturati per dar vita ad un nuovo centro di servizi dedicati all'arte. Particolare cura è stata dedicata alla sicurezza, portata ai massimi livelli.
Il caveau è stato completamente risanato al fine di garantire la miglior conservazione delle opere d'arte alle quali è riservato. Dipinti, bronzi, carte o legno, tutti i materiali godono di un ambiente ideale, assolutamente neutro, con temperatura ed umidità costante.
Lo spazio espositivo di oltre 200mq permette installazioni di tutti i generi, separando ed illuminando con la più grande versatilità. Quando non sono in corso esposizioni temporanee, vengono presentate opere scelte dalla collezione permanente.

Center view from above.
The Center from Above
Conferenza Aion Ascona.
Conference in Aion Art Center Ascona
Conferenza Aion Ascona.
Conference in Aion Art Center Ascona

Art Space Lugano

A space for events and exhibitions

Aion Art Space Lugano
Aion Art Space Entrance
Aion Art Space Lugano
People attending one event at the Aion Art Space

Aion Art Space non è una galleria d’arte ordinaria. Le mostre organizzate dal 2012 ad oggi erano basate su poche opere scelte per presentare al meglio un autore, un confronto fra autori o un evento, che si poteva anche tenere in contemporanea in una location esterna. Aion Ascona ed i saloni dell'Hotel Principe Leopoldo lo sono state per la mostra organizzata da Aion Masterpieces SA su Rubens e gli Asburgo di Spagna curata da Didier Bodart.

Altre mostre di sono susseguite con costante successo di pubblico fino al grande onore di illustrare in anteprima la Madonna delle Rose di Aurelio e Giovanni Pietro Luini, poi esposta al pubblico ed ai fedeli nella Chiesa di San Carlo Borromeo a Lugano ed in seguito a Troina in Sicilia, nel Museo della Torre Capitania, dove ha rincontrato il ritratto di Papa Paolo III attribuito a Tiziano Vecellio, che ad Aion Art Space aveva dialogato con un ritratto del Papa Giulio II di Gael Davrinche. In collaborazione con Ego Gallery abbiamo così ribadito, con l'accordo entusiasta del pubblico, che l'arte è tutta contemporanea, avvicinando i cultori del contemporaneo all'arte antica. Antico, moderno e contemporaneo oggi stanno benissimo insieme e si parlano senza soggezione.

L'unico criterio è la qualità, non conta l'età. Dunque un punto di incontro, il cuore di una mostra o il luogo di presentazione di opere scelte di particolare interesse, che giungono da Aion dopo lunghi studi ed iniziano un cammino di esposizioni e riconoscimenti internazionali.

Eranos Foundation

A philosophical banquet

Eranos founders talking

The Eranos Foundation has the purpose of preserving and increasing the value of the rich cultural, psychological, spiritual, ancestral and archetypal tradition bound to the Eranos property in Moscia (Switzerland), in particular by continuing the series of academic seminars and meetings initiated in 1933 and known as the "Eranos Tagungen".

Visit Eranos
Eranos on Facebook

Ascona

Event, tourism, commerce.

In 1640/41, Ascona separated from Ronco and Castelletto. According to the statues adopted in the 14th Century, Ascona was represented by three people in the Council of the parish of Locarno. Under the Swiss Confederation, it was represented with two members, alternating every two years with those of Ronco. In 1428, Filippo Maria Visconti gave the villages the market right, which was renewed by the Confederates after the conquest of Locarno in 1513.

(Source Wikipedia: Ascona)
Veduta di Ascona, 1926
Veduta di Ascona, 1926
Veduta di Ascona, 1926
Piazza di Ascona, 1931

In 1580, Bartolomeo Papio, who had become wealthy in Rome, donated 25,000 Scudi to Ascona for the construction of a seminary as long as the work could be completed within three years. In October 1584 the school was finished. After negotiations with Charles Borromeo, the Archbishop of Milan and representatives of Pope Gregory XIII, it was decided to sell the originally planned Casa Papio and to build the Collegio Papio college next to the Church of S. Maria della Misericordia. This project ran from 1585 until 1592. In 1616, Cardinal Federico Borromeo, placed the school under the authority of the Congregation of the Oblate of Milan, which led the school until 1798. (Source Wikipedia: Ascona)

Veduta di Ascona, 1926
Piazza di Ascona, 1931