October 6, 2016 to January 17, 2017

Madonna col Bambino, di P.P. Rubens

Chiesa di San Carlo Borromeo, Lugano

È la prima volta che Rubens dipinge una Madonna con Bambino in piedi di carattere marcatamente scultoreo, la quale si ricollega al Rinascimento italiano come fonte d'ispirazione, in particolare ai veneziani e soprattutto a Giovanni Bellini.

Aion Contribution to the Exhibition

Madonna col Bambino - P.P. Rubens
Madonna col Bambino - P.P. Rubens

Peter Paul Rubens

Siegen, 1577 – Antwerp, 1640

Dressed with a blue gown and a red upper garment, the Virgin Mary is tenderly supporting his son. The baby stands on a marble stone which clearly suggests his own tomb. His mother, deeply aware of his painful destiny, is looking at him thoughtfully. This holy scene remembers the “Virgin with Child” depicted by Rubens on the left wing of the “Entombment of Christ”, a large triptych dated 1617, now in Antwerp. Painting the wings of the above-mentioned triptych, Rubens is supposed to have used a composition already elaborated in his studio. This version of the "Virgin with Child" is a very skilfully painted and well-conserved independent canvas.

La Madonna presenta il Bambino in piedi su una balaustra in pietra mentre accenna ai primi passi appoggiando la manina su quella della Madre, che pone la mano destra accanto ai piedini. La scelta e l'accostamento dei colori nel manto della Madonna, rosso con maniche blu e pizzi bianchi è tipica della maturità di Rubens. Origine di questa creazione è la Madonna con Bambino che orna il pannello interno sinistro del trittico dipinto per la vedova di un mercante di Anversa, Jan Michelsen. Questo altare è noto come Christ à la Paille (Anversa, Museum voor Schone Konsten) dal tema del pannello centrale che rappresenta la Deposizione di Cristo sulla paglia. Il pannello di destra mostra San Giovanni Battista, mentre quello di sinistra la versione definitiva della presente invenzione iconografica, che da questa si differenzia per la posizione della mano destra della Madonna e del drappo bianco che qui, dal braccino sinistro del Bambino, scivola sotto ai suoi piedi. Di questo soggetto sono note due altre versioni autonome, oltre a repliche di bottega utilizzate nella fase di studio: una è detta “Madonna Marlborough” (Washington D.C., National Gallery of Art), l'altra “Cumberland Madonna” (Parigi, collezione privata). Per via dell'alta qualità pittorica, questa versione è considerata dalla critica la migliore.

Certificati ed analisi: Dr. Didier Bodart le 27 août 2005; Prof. Julius Müller Hofstede, 9.VI.2006.

Provenance: Collection Henry Ford II, Grosse Point Ranch, Detroit, Michigan, USA; Collezione Dino Fabbri.

Analysies: Ricerca analitica a cura CEDART (Lionel Koening Firenze);

Literature: Bodart, Didier, “Pierre-Paul Rubens et les Absbourg d’Espagne”, Catalogue de l’Exposition, a cura di Aion Masterpieces SA e Aion Private Art S.&C. SA, Lugano-Ascona, 2012.

Comparative literature: M. Jaffè, Rubens. Catalogo completo, Milan, Rizzoli, 1989, p. 220, no. 383 (Madonna Cumberland).

Exhibitions: Despite its absence in the catalog, the artwork has been exhibited at the exhibition “Da Rubens a Van Dyck. Pittura olandese e fiamminga dal XV al XVIII secolo”, Cuneo, Samone Palace, 19th December 2009 – 28th February 2010.

“Pierre-Paul Rubens et le Habsbourg d’Espagne”, Esposizione a cura di Didier Bodart, Villa Principe Leopoldo, Lugano 2012.

Madonna col Bambino - Closeup
Madonna col Bambino - Face Closeup
Madonna col Bambino - Closeup
Madonna col Bambino - Ankle and Hand Closeup
Madonna col Bambino - Closeup
Christ à la Paille (Anversa, Museum voor Schone Konsten)
Madonna col Bambino - Closeup
Madonna col Bambino - Hand and Leg Closeup

Press Releases

Newspapers and Media Coverage

Press Releases
Press Releases
Press Releases